Conversione di file multimediali con VLC

VLC Media Player è uno dei riproduttori multimediali più diffusi grazie al supporto di pressoché qualsiasi formato audio e video, senza la necessità di ricorrere a codec e librerie esterne, e alla compatibilità con un’enorme varietà di sistemi operativi. Sotto le spoglie di un semplice riproduttore di file audio e video si nasconde in realtà un’applicazione dotata di numerose funzionalità sconosciute o non utilizzate, tra le quali la possibilità di effettuare la conversione tra numerosi formati audio e video: sono disponibili dei profili di conversione pronti all’uso così come è possibile crearne di nuovi ad hoc o modificare quelli esistenti, regolandone nei minimi dettagli le impostazioni. Non lasciatevi ingannare: l’essere principalmente un riproduttore multimediale non impedisce a VLC di competere ad armi pari con svariati programmi di conversione disponibili gratuitamente.

Selezione del file da convertire

Uno degli evidenti punti di forza di VLC come convertitore multimediale è il supporto – come formato del file da convertire – a uno qualsiasi tra quelli riproducibili dall’applicazione.

  1. Aprite VLC e selezionate Media > Converti/Salva… dalla barra dei menù
  2. Fate clic sul pulsante Aggiungi, selezionate nella nuova finestra di dialogo i file da convertire e fate clic su Apri
  3. Per aggiungere i sottotitoli al video inserite il segno di spunta accanto alla voce Usa file di sottotitoli, fate clic su Sfoglia e scegliete i sottotitoli desiderati
  4. Modificate se volete la dimensione e l’allineamento orizzontale dei sottotitoli e selezionate dal menu nell’angolo inferiore destro Converti/Salva l’opzione Converti

Scelta profilo di conversione

La scelta del profilo di conversione è un passo fondamentale poiché determina le specifiche del file audio/video (qualità, compatibilità, …) e – aspetto non secondario – il tempo necessario a portare a termine la conversione stessa: per i principianti (me incluso) sono disponibili svariati profili pronti all’uso tra cui scegliere, mentre per chi ha maggiore dimestichezza è possibile crearne uno nuovo partendo da zero o modificarne uno esistente.
Vediamo rapidamente gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione:

  • il container, ossia il contenitore all’interno del quale vengono inserite le tracce audio e video, i sottotitoli, …;
  • il codec video, ossia il formato in cui vengono codificate le informazioni contenute in ciascuna traccia video;
  • il codec audio, ossia il formato in cui vengono codificate le informazioni contenute in ciascuna traccia audio;
  • eventuali sottotitoli.

Da osservare che il nome del profilo contiene informazioni sul tipo di file generato (audio o video), sui codec audio e video utilizzati e il formato del file: quando indicate il nome del file di destinazione, abbiate cura di aggiungere l’estensione corretta (indicata tra parentesi nel nome del profilo).
Accanto al menu a discesa Profilo sono visibili tre pulsanti, che consentono rispettivamente (da sinistra a destra) di modificare il profilo selezionato, eliminarlo o crearne uno nuovo da zero: se optate per la prima o terza opzione si aprirà una nuova finestra con quattro schede, che rappresentano nell’ordine gli aspetti appena evidenziati e offrono la possibilità di regolare alcune impostazioni avanzate (risoluzione e numero di fotogrammi al secondo del flusso video, …).

HTML5 e il tag video

Le specifiche del futuro standard HTML5 hanno introdotto il tag video, che consente di incorporare nella pagina web contenuti audio e video, che potranno essere riprodotti a condizione che i codec audio e video siano supportati dai browser: nello sforzo di identificare un formato audio e video di riferimento e supportato da tutti i browser, si sta puntando decisamente verso Ogg Vorbis (audio), Ogg Theora (video) e WebM (un container che usa VP8 per il video e Ogg Vorbis per l’audio): si tratta di formati che non richiedono il pagamento di licenze per essere utilizzati e offrono un buon rapporto tra qualità e dimensione dei file. VLC offre due profili preimpostati, che utilizzano i formati sopra indicati e consentono di ottenere file multimediali pronti per essere utilizzati con HTML5: sono il secondo ed il quinto per i file video e il decimo per i file audio.

Avvio conversione

  1. Una volta selezionato il profilo e inserito il file di destinazione è sufficiente fare clic sul pulsante Avvia;
  2. Nella finestra principale sarà visibile – in basso a destra – la porzione di file convertita (ove solitamente è visibile il tempo di riproduzione ora sarà visibile quello convertito)
Annunci

Un pensiero riguardo “Conversione di file multimediali con VLC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...