Guida al post-installazione di Ubuntu 12.04

Avete appena terminato di installare sul vostro PC l’ultima versione di Ubuntu? Allora siete arrivati nel posto giusto: in questo post vedremo le operazioni essenziali da svolgere subito per disporre di un sistema davvero completo: l’aggiornamento del sistema, l’installazione di driver proprietari, codec e librerie per la riproduzione di contenuti multimediali e web, la rimozione di funzionalità indesiderate, …

Aggiornamento del sistema

Gestore aggiornamenti | Ubuntu 12.04 LTSLa prima attività da svolgere al termine dell’installazione di Ubuntu consiste nel verificare la presenza di eventuali aggiornamenti:

  1. fate clic sull’icona in cima alla barra verticale sulla sinistra (in seguito dock), contrassegnata dal logo di Ubuntu;
  2. digitate aggiornamenti: dall’elenco sottostante fate clic sull’icona del Gestore aggiornamenti;
  3. nella nuova finestra fate clic sul pulsante Verifica in basso: verrà scaricato l’elenco aggiornato dei pacchetti e – in caso siano disponibili aggiornamenti – verranno elencati al centro;
  4. per procedere, fate clic sul pulsante Installa aggiornamenti.

Rimozione di funzionalità indesiderate

Con l’avvento di Unity come ambiente desktop predefinito sono sorte critiche o lamenti rispetto a scelte progettuali discutibili: spesso, tuttavia, basta poco per eliminare comportamenti o elementi indesiderati e ottenere un ambiente di lavoro adatto alle proprie esigenze.

Disinstallare l’Application Menu

L’Application Menu (detto anche Global Menu o abbreviato in AppMenu) rappresenta l’integrazione della barra dei menu delle applicazioni nel pannello superiore: in presenza di schermi di dimensioni medio-grandi questo può costringere l’utente a spostare continuamente il mouse dalla finestra dell’applicazione al pannello superiore solo per selezionare un comando dal menu.

Per evitare questa fatica inutile si può riportare la barra dei menu alla sua consueta posizione all’interno della finestra dell’applicazione eseguendo il seguente comando dal terminale:

sudo apt-get remove appmenu-gtk appmenu-gtk3 appmenu-qt indicator-appmenu

Qualora cambiaste idea e voleste ripristinare il funzionamento predefinito dovreste semplicemente eseguire un comando analogo al precedente:

sudo apt-get install appmenu-gtk appmenu-gtk3 appmenu-qt indicator-appmenu

Driver proprietari

Driver proprietari | Ubuntu 12.04 LTSSe disponete di periferiche per le quali siano disponibili driver proprietari, ossia forniti direttamente dai rispettivi produttori, essi potranno essere individuati e installati mediante l’applicazione Driver proprietari: la relativa icona dovrebbe comparire a destra del pannello superiore, altrimenti potete aprirla manualmente:

  1. fate clic sull’icona in cima alla dock e cercate l’applicazione Driver proprietari: una volta individuata, fate clic per avviarla;
  2. eventuali driver disponibili verranno mostrati e sarà possibile – una volta selezionati – installarli facendo clic sul pulsante Attiva.

Questa applicazione consente ad esempio di installare i driver proprietari per schede video nVidia o AMD.

Codec e librerie esterni

I codec e le librerie esterne sono i mattoni fondamentali per consentire la riproduzione di file audio e video nei formati piu svariati, la fruizione di contenuti Flash nelle pagine web, l’apertura di archivi compressi in formato RAR, l’esecuzione di applicazioni Java, … . Per installarli è sufficiente eseguire il seguente comando da terminale:

sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras openjdk-7-jre

Applicazioni indispensabili (o quasi)

Ubuntu Software Center | Ubuntu 12.04 LTSQuesta sezione raccoglie una lista di applicazioni molto utili (a mio avviso) per l’uso quotidiano di Ubuntu e adatte a completare la pur vasta collezione di quelle preinstallate; ad eccezione di Ubuntu Tweak, che dev’essere scaricato a parte e installato facendo doppio clic sul relativo file, gli altri sono disponibili nei repository di Ubuntu: ciò significa che, facendo clic sui relativi nomi riportati di seguito, verrà aperto automaticamente Ubuntu Software Center e potrete procedere direttamente all’installazione facendo clic sul pulsante Installa (v. schermata).

  • Chromium: browser su cui è basato Google Chrome;
  • MyUnity: applicazione completa e facile da usare dedicata alla personalizzazione di Unity;
  • Synapse: launcher per aprire file, lanciare applicazioni ed eseguire svariate attività con estrema facilità;
  • Ubuntu Tweak: offre un’interfaccia grafica molto piacevole e ben organizzata per personalizzare e amministrare il sistema;
  • VLC Media Player: semplicemente uno dei migliori riproduttori multimediali disponibili.

Un’alternativa a Unity: GNOME 3

Se dopo aver concesso una possibilità a Unity siete comunque convinti che non faccia per voi, nessun problema: potete facilmente installare GNOME 3 a fianco o al posto di Unity; anche se aveste la tentazione di eliminare quest’ultimo una volta per tutte, vi consiglio comunque di lasciarlo come ambiente di ripiego in caso doveste avere problemi (o semplicemente ripensamenti).

Istruzioni dettagliate e consigli per l’installazione di GNOME 3 verranno fornite in un post successivo: per chi volesse provare e sperimentare, basta installare il pacchetto gnome-core mediante l’Ubuntu Software Center o eseguendo da terminale il seguente comando:

sudo apt-get install gnome-core
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...