Non lasciare (troppe) tracce durante la navigazione grazie a Ghostery

Prendendo spunto da un recente articolo pubblicato su Tom’s Hardware ho deciso di presentare un’utilissima estensione, disponibile per la maggior parte dei browser, che consente di scoprire chi sta raccogliendo informazioni su di voi mentre state visitando una pagina e soprattutto di impedirglielo.

La raccolta di dati e informazioni sull’utente senza il suo consenso o consapevolezza è una pratica ormai piuttosto comune ed è spesso sorprendente scoprire quante informazioni vengano raccolte mentre si visita una pagina senza che che ne accorgiamo.

Vediamo ora come installare, configurare ed utilizzare questa estensione in Firefox.

Installazione

Il primo passo consiste nell’aprire il browser alla pagina di download sul sito ufficiale e fare clic sul collegamento nella quarta colonna: il prodotto è disponibile per svariati browser, sebbene non per tutti siano disponibili tutte le funzionalità. Nel nostro esempio, scegliamo la versione per Firefox (prima riga).

Installazione (1 di 2) | GhosteryA questo punto comparirà un avviso (v. figura a destra) in cui dovrete premere Permetti e quindi – nella nuova finestra – Installa adesso. A questo punto dovete riavviare il browser e passare alla procedura guidata dell’estensione.

Configurazione iniziale

Sebbene si possa saltare, la procedura guidata iniziale di Ghostery consente di passarne in rassegna i principi di funzionamento e regolarne le impostazioni principali; la prima schermata illustra lo scopo dell’estensione, ossia mostrare ed eventualmente bloccare le componenti di una pagina web che raccolgono a vario titolo informazioni sull’utente durante la navigazione.

Il meccanismo di individuazione e riconoscimento delle componenti presenti in una pagina web si basa sulla consultazione di una lista di quelle note e delle relative informazioni: poiché spesso compaiono nuove componenti, tale lista dev’essere aggiornata regolarmente.

Configurazione guidata (2 di 3) | GhosteryFacendo clic sulla freccia a destra si passa alla schermata successiva e l’opzione Enable library auto-update (abilitata di default) garantisce che tale lista venga aggiornata automaticamente. La prima opzione (Click here to enable GhostRank) consente invece di contribuire ad aggiornare la lista delle nuove componenti inviando informazioni statistiche e rigorosamente anonime.

Nella schermata successiva, raggiungibile facendo clic sulla solita freccia a destra, si possono selezionare gli elementi da bloccare, impedendo loro di inviare informazioni al proprietario/autore, sia a livello di categoria sia di singola voce:

Advertising
Componenti che presentano informazioni e contenuti pubblicitari.
Analytics
Componenti che raccolgono informazioni statistiche sulla navigazione dell’utente (browser, sistema operativo, paese, …).
Privacy
Componenti che raccolgono o presentano informazioni legate alla privacy.
Trackers
Componento che raccolgono informazioni statistiche precise sulla navigazione dell’utente.
Widgets
Componenti grafiche che incorporano contenuti, informazioni e funzionalità di altri siti, tra cui Facebook, Twitter, Google+, Disqus, …

Facendo clic su una singola voce, è possibile consultare delle informazioni aggiuntive, utili a chiarire quali informazioni raccolga e a chi queste vadano. Utilizzando la casella di ricerca è possibile – ad esempio – bloccare tutte le componenti legate a Facebook, a prescindere dalla categoria di appartenenza.

Lascio a voi valutare cosa bloccare, ma vi consiglio di selezionare Advertising, Privacy e Widgets: le altre due categorie rappresentano strumenti spesso utili a chi gestisce un sito o blog per stimarne il traffico e valutare cosa non vada in base al comportamento dei propri visitatori/utenti. Trattandosi di informazioni anonime e statistiche che possono servire a migliorare l’esperienza d’uso dei siti che visitiamo, si possono tranquillamente lasciare attivi (o al più valutare voce per voce).

Per quanto concerne la quinta categoria (Widgets), il blocco può impedire il caricamento di contenuti o funzionalità di interesse, come i commenti gestiti mediante Disqus o gli strumenti di condivisione su social network, ma è possibile – una volta che la pagina sia caricata – autorizzarne gli elementi specifici, solo per quella volta oppure per sempre.

Selezionando la scheda Cookies è possibile impedire non solo la raccolta e l’invio di informazioni sull’utente ma anche il salvataggio in locale di cookie. Tenete tuttavia presente che bloccare i cookie può inibire determinate funzionalità del sito, come la rilevazione di sessioni aperte.

Navigare con Ghostery

Il (vero) punto di forza di Ghostery, oltre alla capacità di impedire la raccolta indiscriminata di informazioni sull’utente, è di rendere quest’ultimo consapevole di chi le stia raccogliendo.

Notifiche | GhosteryOgni qualvolta si visita una pagina che contenga dei componenti noti a Ghostery viene infatti visualizzata una notifica a scomparsa nell’angolo in alto a destra di Firefox, che riporta la lista delle componenti rilevate e indica chiaramente quelle bloccate.

Facendo clic sull’icona blu di Ghostery all’estremità destra della barra degli indirizzi di Firefox è possibile accedere ad un menu contestuale, che consente di interrompere/riprendere l’azione bloccante di Ghostery e di accedere alla pagina delle opzioni.

Opzioni avanzate di Ghostery

Impostazioni avanzate | GhosteryLa pagina delle opzioni presenta le impostazioni configurate nella procedura guidata iniziale, ma non solo. Selezionando in alto la scheda Advanced si possono infatti modificare alcune opzioni piuttosto utili ed interessanti:

Show Alert Bubble
Mostra la notifica dei componenti rilevati o bloccati all’interno di una pagina,
Show Ghostery in Add-on Bar
Mostra l’icona di Ghostery nella barra dei componenti aggiuntivi (ex barra di stato) visibile in basso.
Show Ghostery button in Navigation Bar
Mostra l’icona di Ghostery a destra della barra di navigazione.
Block new elements by default
Blocca tutti gli elementi rilevati ma sconosciuti.
Replace certain blocked content with an option to allow it. […]
Al posto di certi contenuti bloccati (i widget, in particolare) mostra un’icona che consenta di attivarli.
Also replace Social Buttons […]
Applica l’opzione precedente anche ai pulsanti di condivisione sui social network.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...