[Files] Guida alle applicazioni di GNOME 3.8

Ogni rilascio dell’ambiente desktop GNOME si accompagna ad una serie di aggiornamenti delle applicazioni integrate, strumenti più o meno indispensabili per l’utilizzo quotidiano. Dopo aver sbirciato le novità introdotte nell’ambiente desktop, vediamo cosa offrono di nuovo le applicazioni più utilizzate o che potreste non conoscere. In questo post (a cui ne seguiranno altri a breve) iniziamo dal gestore di file Files, noto in precedenza come Nautilus.

GNOME Files

Prima di addentrarci nelle novità funzionali soffermiamoci brevemente ad osservare l’organizzazione della finestra, che ha subito notevoli ritocchi e potrebbe disorientare particolarmente chi provenga dalla versione 3.4 (o precedenti). La finestra è suddivisa nelle classiche tre aree:

  • a sinistra il pannello laterale (sempre visibile), che offre un accesso immediato alle cartelle del profilo, ai dispositivi montati, alle risorse di rete e ai segnalibri creati dall’utente;
  • al centro il contenuto della cartella corrente:
  • in alto la barra degli strumenti, che mostra le opzioni di navigazione e di gestione dei file.

A partire dalla versione 3.6 sono scomparse (tra le critiche e i rimpianti) diverse funzionalità:

  • la barra di stato, solitamente visibile nella zona inferiore;
  • il pannello aggiuntivo, che permetteva di visualizzare il contenuto di due cartelle fianco a fianco per confrontarne il contenuto, spostare/copiare dei file, …;
  • la visualizzazione ad albero, che permetteva di navigare nelle sottocartelle senza lasciare quella corrente e che ricompare in questa versione.

Barra degli strumenti

Barra degli strumenti di GNOME Files
Barra degli strumenti | GNOME Files

La riorganizzazione della barra degli strumenti, iniziata con la versione 3.6, ha consentito di rinunciare alla barra dei menu, ottimizzando l’uso dello spazio a disposizione e rendendo i comandi essenziali a portata di mano. Le novità si concentrano in particolare nella parte destra, ove sono disponibili 3 gruppi di icone e menu per:

  1. lanciare la ricerca dei file nella cartella corrente (e nelle relative sottocartelle) mediante l’icona raffigurante una lente d’ingrandimento;
  2. selezionare la modalità di visualizzazione (ad elenco o icone) e configurarne il comportamento e l’aspetto (visualizzazione dei file nascosti, livello di ingrandimento, criterio di ordinamento dei file, …);
  3. accedere alle operazioni disponibili sulla cartella (selezione di file, apertura di una nuova scheda, visualizzazione delle proprietà della cartella, …) mediante l’icona a forma di ingranaggio.

Menu applicazione

Menu applicazione di GNOME Files

Le informazioni e i comandi generali di Files sono stati spostati e riorganizzati nel menu dell’applicazione, accessibile facendo clic sull’icona del programma visibile a sinistra del pannello superiore: da qui è possibile tra le altre cose accedere al pannello delle preferenze (Preferences), aprire una nuova finestra (New Window) o un percorso specifico (Enter Location), gestire i segnalibri (Bookmarks), … .

Un po’ alla volta l’intero corredo delle applicazioni integrate in GNOME sta migrando in questo menu i comandi standard (gestione delle finestre, accesso alle preferenze, …).

Visualizzazione ad albero

Visualizzazione ad albero di GNOME Files
Preferenze > Visualizzazione ad albero | GNOME Files

La visualizzazione ad albero, apprezzata da molti utenti che avevano espresso apertamente il loro disappunto di fronte alla sua rimozione, riappare sotto mentite spoglie, non più come vista separata ma come opzione della vista ad elenco. Per abilitarla è sufficiente selezionare la voce Preferences dal menu dell’applicazione (illustrato in precedenza): nella nuova finestra selezionare la scheda Display e aggiungere il segno di spunta accanto all’opzione Navigate folders in a tree.

Gestione dei segnalibri

Segnalibri nel pannello laterale con GNOME FilesUn’altra funzionalità cruciale (a mio avviso) è rappresentata dalla possibilità di aggiungere al pannello laterale dei segnalibri, ossia scorciatoie a specifiche cartelle del sistema per potervi accedere comodamente con un clic. Per aggiungere un segnalibro occorre aprire la cartella corrispondente in Files e premere la combinazione di tasti Ctrl+D o selezionare la voce Bookmark this Location dal menu accessibile facendo clic sull’icona a forma di ingranaggio, visibile a destra nella barra degli strumenti.

Gestione dei segnalibri con GNOME Files

Per rimuovere o rinominare un segnalibro è sufficiente fare clic con il tasto destro sulla voce corrispondente nel pannello laterale. Dal menu dell’applicazione è possibile aprire la finestra di gestione dei segnalibri (Bookmarks), che permette di modificare (il nome e cartella), eliminare o cambiare d’ordine i segnalibri.

Gestione dei file

Ricerca di file. La novità probabilmente più attesa e importante di Files riguarda la ricerca ricorsiva dei file, che riprende a funzionare (e pure alla grande) dopo una lunga attesa. Se aprite una cartella ed effettuate una ricerca, i risultati si aggiornano in tempo reale durante la digitazione e includono – com’è ragionevole – i file presenti nella cartella corrente e nelle relative sottocartelle (da cui la ricorsività); anche le prestazioni sembrano essere all’altezza della situazione, sebbene non abbia avuto modo di verificarne il comportamento in presenza di molti file.

Modelli di documenti in GNOME Files
Modelli di documenti | GNOME Files

Creazione di un file. Se provate a creare un nuovo file vuoto mediante il menu contestuale vi accorgerete che il comando corrispondente non risulta disponibile; in realtà è piuttosto facile “ripristinarlo” e personalizzare la lista delle voci relative ai tipi di file da creare. Tutto ciò che dovete fare è inserire un nuovo file del tipo desiderato (un file di testo semplice, un foglio elettronico, …) nella cartella Modelli (Templates, in inglese): il nome assegnato al file corrisponde a quello visualizzato come etichetta della voce corrispondente nel menu contestuale.

Copia e spostamento dei file. Al menu contestuale sono stati aggiunti due comandi, che consentono rispettivamente di spostare (Move to…) o copiare (Copy to…) uno o più file in una cartella a piacere. Selezionando due o più file è inoltre possibile creare una nuova cartella nella posizione corrente e spostarli al suo interno: è sufficiente selezionare la voce New Folder with Selection (… items) in cima al menu contestuale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...